Cerca
Close this search box.

Miglioriamo la legge sul “Dopo di Noi”

Miglioriamo la legge sul “Dopo di Noi”
Chi sa esattamente la differenza tra Housing e Co-Housing sociale ? Chi sa la differenza tra Casa Famiglia socio sanitaria e Gruppi appartamento sociali?
Chi conosce esattamente i principi fondamentali della L.112/2016? Quali Regioni si sono attivate per normare il co-housing così come previsto dalla legge nazionale sul durante e dopo di noi 112/2016? Sicuramente no i Servizi Sociali di molti Comuni d’Italia che continuano a rendere impossibile, insostenibile, drammatica, umiliante la vita delle famiglie e delle persone con disabilità  Perché ? Perché si nutrono di pane e burocrazia, perché non hanno visione e coraggio.
l co-housing e l’housing sono concetti simili ma con differenze significative. Ecco una breve spiegazione delle differenze tra i due:
1. Housing: Si riferisce alla pratica di fornire alloggi o abitazioni agli individui. Il concetto di housing si concentra sulla fornitura di residenze e spazi abitativi.
2. Co-housing: Si riferisce a un tipo specifico di comunità abitativa in cui diverse famiglie o individui vivono in prossimità l’uno dell’altro in case separate ma condividono spazi comuni come cucine, sale da pranzo, giardini, ecc. Il co-housing promuove la condivisione delle risorse e la costruzione di relazioni comunitarie solide. In breve, mentre l’housing si riferisce semplicemente alla fornitura di alloggi, il co-housing è un modello di comunità abitativa che enfatizza la condivisione e la collaborazione tra i residenti.
premesso che :
esistono norme e regolamenti che regolano sia l’housing che il co-housing. Tuttavia, le normative specifiche possono variare a seconda del paese, della regione o della città in cui si trova la comunità abitativa.
Per l’housing, le normative possono riguardare questioni come gli standard abitativi, la sicurezza degli edifici, i requisiti urbanistici e le regole di zonizzazione. Le norme possono essere stabilite a livello governativo o locale per garantire che gli alloggi siano adeguati e sicuri per gli occupanti.
Per il co-housing, le norme possono riguardare la gestione della comunità, la condivisione delle responsabilità, la partecipazione alla pianificazione e alla manutenzione degli spazi comuni, e altri aspetti relativi alla convivenza all’interno della comunità.
(È consigliabile consultare le normative locali o cercare informazioni presso le autorità competenti per comprendere appieno le regole e i regolamenti che si applicano all’housing e al co-housing nella tua area specifica. NON HO RIFERIMENTI NORMATIVI IN TOSCANA )
Esempio di co-housing
Oltre lo Sguardo Aps mette a disposizione degli enti locali il progetto abitativo di co-housing denominato LaCasadiMario che consta di 3 appartamenti comunicanti sullo stesso pianerottolo denominati B18 spazio famiglia ospitante in cui si svolgono attività di socialità la mattina dalle 7:30 alle 9:00 e dalle 20:00 alle 22:00;
B19 dove ci sono le camere da letto di F.A. e M.E.F. e dove si svolgono attività di cucina e lavanderia per tutti gli ospiti dalle 9:00 alle 18:00;
B20 con due camere da letto una singola e una doppia in uso a P.V. e a V.I. Nella camera doppia il terzo letto è in uso a rotazione per L.F. e R.P. . Quest’ultimo appartamento ha un living in uso a tutti gli ospiti per il pranzo , la merenda e la cena .
Per il dopo cena fino alle 22:00 sono in uso agli ospiti indistintamente tutti e tre gli appartamenti a seconda delle esigenze degli ospiti .
Spero di essere stata utile alle famiglie che volessero sperimentare questo modello di durante e dopo di noi
Soprattutto spero di esserlo stata per chi amministra ma soprattutto ai tecnici dei
Servizi Sociali (generico)
Facebook
Twitter
LinkedIn

Sostieni oltre lo sguardo